Cosa si intende per sicurezza sul lavoro?

cosa-si-intende-per-sicurezza-sul-lavoro

Cosa si intende per sicurezza sul lavoro?

Cosa si intende per sicurezza sul lavoro?

Cosa si intende per sicurezza sul lavoro? Con questa espressione si indica una condizione necessaria e fondamentale per garantire al lavatore lo svolgimento delle sue attività professionali senza il rischio di incidenti.

 

Ogni luogo di lavoro deve dotarsi di tutti quegli strumenti imprescindibili per garantire un alto grado di protezione contro i rischi di incidenti. Il “testo unico sulla sicurezza sul lavoro” introdotto nel 2008 e costantemente aggiornato è il riferimento che regola i processi aziendali da mettere in pratica per la sicurezza: da parte dell’azienda e da parte dei lavoratori stessi.

 

Nel paragrafo successivo mi soffermerò sulle principali novità con cui è stato integrato il testo unico sulla sicurezza del lavoro nel 2023.

 

Quando ci chiediamo cosa si intende per sicurezza sul lavoro dobbiamo partire dalla semplice e apparentemente scontata definizione di lavoratore e datore di lavoro e dalla definizione delle varie figure interne all’azienda che vengono coinvolte nel processo della messa in atto delle norme di sicurezza.

cosa-si-intende-per-sicurezza-sul-lavoro

 

Il lavoratore è colui che svolge un’attività, non necessariamente retribuita (basta pensare a chi è in azienda per apprendere un mestiere); il datore di lavoro è colui il quale ha la responsabilità dell’organizzazione aziendale e dell’unità produttiva, occupandosi in prima persona delle scelte e dei costi da sostenere da parte dell’impresa per garantire la sicurezza.

 

Il preposto è la figura che sorveglia con attenzione i lavoratori per garantire all’azienda e ai lavoratori stessi che le norme di sicurezza stabilite e condivise vengano messe in atto nel modo corretto.

 

Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione è la figura interna all’azienda che ha il compito di coordinare le pratiche che servono a garantire la prevenzione e la protezione da eventuali rischi presenti nel contesto lavorativo. Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione è affiancato dal medico competente che collabora con il datore di lavoro per la valutazione dei rischi.

 

Il rappresentante dei lavoratori per quanto riguarda la sicurezza è quella figura che rappresenta tutti i colleghi al fine di esigere il rispetto di tutte le norme che servono a garantire e salvaguardare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

 

Infine, quando vogliamo capire cosa si intende per sicurezza sul lavoro, occorre tenere a mente la definizione di prevenzione e valutazione dei rischi.

 

Quando parliamo di prevenzione, ci riferiamo a tutte le misure necessarie e obbligatorie che servono a ridurre ed evitare i rischi sul luogo di lavoro. Per valutazione dei rischi si intende una valutazione documentata e a 360° di tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori. La valutazione ha l’obiettivo di individuare le misure più adeguate ed efficaci per prevenire incidenti, proteggere i lavoratori e rendere sicuro un luogo di lavoro.

Decreto lavoro 2023: modifiche relative alla sicurezza sul lavoro

Con il nuovo decreto lavoro 2023 del governo Meloni, diverse sono le modifiche introdotte al testo unico sulla sicurezza sul lavoro a cui facevo riferimento nel paragrafo precedente.

 

cosa-si-intende-per-sicurezza-sul-lavoro

 

 

Ecco quali sono le più significative:

– Medico competente: i datori di lavoro dovranno nominare un medico competente per effettuare la sorveglianza sanitaria in un numero maggiore di casi rispetto a quanto previsto precedentemente. Questa figura diventa quindi quasi imprescindibile per buona parte delle aziende.

 

Fornitura e manutenzione degli edifici scolastici: gli obblighi previsti a carico della amministrazioni tenute alla fornitura e alla manutenzione degli edifici sono da ritenersi assolti con la valutazione congiunta dei rischi e la programmazione degli interventi necessari nel limite delle risorse disponibili.

 

– Imprese familiari: i coltivatori diretti, i soci delle società familiari operanti nel settore agricolo, gli artigiani e i piccoli commercianti devono utilizzare attrezzature di lavoro conformi alle nuove disposizioni.

 

– Visita medica pre-assunzione: in occasione di questa visita, il lavoratore deve esibire una copia della cartella sanitaria e di rischio rilasciata alla risoluzione del precedente rapporto di lavoro. Il medico valuta il contenuto per stabilire l’idoneità del lavoratore prima dell’assunzione. In caso di impossibilità oggettiva nel reperimento della cartella, tale obbligo decade.

 

– Noleggio e cessione attrezzature: chi noleggia o concede in uso attrezzature di lavoro senza operatore dovrà attestarne lo stato di conservazione, manutenzione ed efficienza per garantire la sicurezza al nuovo utilizzatore. Per tutta la durata del noleggio o della concessione dell’attrezzatura vanno acquisiti e conservati gli atti che dimostrano l’avvenuta formazione o addestramento specifico per l’uso delle attrezzature.

 

 

Consulente del lavoro a Napoli: una bussola per le aziende.

Da quando ho iniziato la mia avventura nell’ambito della comunicazione attraverso il blog che stai leggendo e i miei profili social, fare formazione e informazione su tutto ciò che ha a che vedere con il complesso mondo del lavoro, è diventata una sorta di missione.

Spesso, sia le aziende che i lavoratori non hanno conoscenza di alcune delle regole fondamentali che regolano i diritti e i doveri di entrambe le parti.

Quando parliamo di cosa si intende per sicurezza sul lavoro, ci riferiamo solo a uno dei tanti argomenti su cui, spesso, mi trovo a confrontarmi con imprenditori e dirigenti d’azienda.

 

consulente-del-lavoro-a-napoli

 

Ecco perché, fare formazione e aggiornare costantemente chi mi segue sui social o chi si trova a visitare il blog e i miei profili, è ormai una parte fondamentale della mia professione di consulente del lavoro a Napoli, iscritto all’Ordine dei consulenti del lavoro di Napoli.

 

Continua a seguirmi per essere sempre aggiornato e per comprendere tutti gli aspetti del mondo del lavoro su cui hai dubbi o domande.

 

Se cerchi un consulente del lavoro a Napoli e Milano, contattami e insieme creeremo un rapporto di fiducia, collaborazione che sicuramente porterà risultati e benefici.