Ispezioni sul lavoro: cosa sono e consigli

ispezioni-sul-lavoro

Ispezioni sul lavoro: cosa sono e consigli

Ispezioni sul lavoro: cosa sono e consigli

Come consulente del lavoro a Napoli iscritto all’Ordine dei consulenti del lavoro di Napoli, cerco sempre di fare formazione alle aziende e di aiutare imprenditori e dirigenti a evitare sanzioni e intoppi burocratici.

 

Un tema molto importante per chi gestisce un’azienda, soprattutto se parliamo di fabbriche o impianti di produzione, è quello delle ispezioni sul lavoro.

 

Le ispezioni sul lavoro cosa sono? Come farsi trovare pronti al momento del controllo? Come tutelare la propria azienda e i lavoratori?

 

Leggi l’articolo per scoprirne di più e per seguire i consigli di un consulente del lavoro a Napoli e Milano.

Ispezioni sul lavoro: a cosa servono e come si svolgono

 

Le ispezioni sul lavoro cosa sono? Quando parliamo di ispezioni sul lavoro, ci riferiamo a un processo di verifica volto a tutelare i diritti dei lavoratori e rispetto di quelle che sono le norme contrattuali, previdenziali e relativi alla salute e alla sicurezza dei dipendenti.

Tali controlli sono effettuati dall’ INL (Ispettorato nazionale del lavoro).

 

ispezioni-sul-lavoro

 

 

Un imprenditore deve tenere a mente che tali controlli possono avvenire in qualunque momento. Esistono una serie di passaggi da rispettare quando gli incaricati dell’ispettorato si recano in azienda per l’ispezione. Le ispezioni sul lavoro hanno anche lo scopo di contrastare il lavoro nero e tutelare i diritti dei lavoratori.

Queste attività di controllo, servono anche a verificare se i diritti dei dipendenti sono rispettati dal datore di lavoro, per quanto riguarda l’ambito contributivo, per le condizioni in cui viene svolta la professione, per l’attuazione delle misure di tutela della salute, per il rispetto degli orari di lavoro prestabiliti.

 

L’ispettorato nazionale del lavoro è presente sul territorio nazionale con circa 80 sedi sparse in tutte le regioni. A partire dal gennaio 2017 questo ente riunisce in un solo ufficio tutte le attività di contrasto al lavoro nero e di salvaguardia dei diritti dei lavoratori e gode di ampi poteri investigativi, sanzionatori e di diffida.

 

 

In quale momento possono avvenire le ispezioni sul lavoro?

 

ispezioni-sul-lavoro

 

Un’ispezione sul lavoro può avvenire, solitamente, per un’iniziativa programmata da parte di un ufficio territoriale o nazionale o per una denuncia da parte di un soggetto interessato.

 

I controlli programmati avvengono in seguito a delle verifiche sulle banche date e sui riscontri che dimostrano incongruenze dal punto di vista contributivo o nella dichiarazione delle ore di lavoro. Solitamente un’ispezione del lavoro parte da una denuncia da parte di un soggetto interessato, come ad esempio il lavoratore, i sindacati, l’INPS o da parte dell’autorità giudiziaria.

 

Tranne nei casi di elevata gravità, le denunce non possono essere effettuate in maniera anonima. Si parla di ispezione sul lavoro di tipo vigilanza a vista quando ci riferiamo a fiere e mercati, quindi di contesti lavorativi dove non esiste un ufficio o un impianto di produzione stabile.

 

Si parla, invece, di accessi brevi quando ci riferiamo ai controlli che hanno lo scopo di riscontrare la presenza di lavoratori in nero.

Come precedentemente detto, un’ispezione sul lavoro può accadere in qualunque momento senza alcun obbligo di preavviso. Esistono tuttavia delle norme di identificazioni e delle procedure da rispettare. L’ispettore incaricato dovrà identificarsi al momento dell’accesso in azienda tramite un apposito tesserino. In caso contrario, il datore di lavoro può opporsi all’ispezione.

 

 

In caso di assenza dell’amministratore della società presso gli uffici o presso la sede aziendale, l’azienda può richiedere una sospensione momentanea dei controlli in attesa del suo arrivo.

 

 

Ispezione sul lavoro: le 4 fasi

Primo accesso

Il primo accesso non deve in alcun modo compromettere la reputazione dell’azienda, in particolare quando durante l’accertamento sono presenti dei soggetti esterni come fornitori o clienti. Inoltre, l’ispettore non dovrà in alcun modo ostacolare lo svolgimento delle attività lavorative abituali dell’azienda. In questa fase l’ispettore identificherà l’azienda e il responsabile amministrativo.

L’ispettore dovrà comunicare all’azienda il diritto a essere affiancati durante l’ispezione da un consulente come, ad esempio, capita spesso a me durante lo svolgimento della mia professione come consulente del lavoro a Napoli.

Avere il supporto di un professionista esperto e adeguatamente formato su quelle che sono le procedure è molto importante per un’azienda. Ancor più importante è prevedere le ispezioni del lavoro rivolgendosi a un consulente del lavoro per assicurarsi di essere in regola con le posizioni contributive e assicurative dei lavoratori.

 

Analisi documentazione e informazioni

In questa fase avviene una raccolta di documenti relativi ai dati aziendali, dei dipendenti e dei contratti. Vengono inoltre controllate le certificazioni previste dalla legge per lo svolgimento delle singole attività.

 

Ispezione

Dopo queste due fasi preliminari, si passa all’ispezione vera e propria.

L’ispettore procederà all’identificazione dei lavoratori e a un sopralluogo delle diverse aree da cui è composta la azienda. L’ispettore dovrà verificare ruoli e attività svolte dai vari lavoratori presenti in sede e controllerà quelle dei lavoratori non presenti in azienda in quel momento.

In particolare, i controlli riguarderanno: contratto di lavoro, retribuzione percepita, versamento contributi.

L’ispettore dovrà verificare la presenza di eventuali discriminazioni o del mancato rispetto degli orari di lavoro previsti. Di conseguenza, l’ispettore potrà intervistare i lavoratori che avranno comunque il diritto di non rispondere. In seguito, avviene il sopralluogo sui luoghi di lavoro per controllare il rispetto delle normative in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Ovviamente, le norme cambiano a seconda della tipologia di attività. Va da sé che un’azienda che non è dotata di un impianto di produzione è soggetta a meno obblighi rispetto a una fabbrica o a un’azienda che ha al suo interno anche un impianto di produzione.

 

Redazione dei verbali

L’ultima fase è la redazione dei verbali d’ispezione. Si tratta di un documento in cui vengono riportate le attività svolte dall’ispettore durante il controllo. I verbali descriveranno tutte le varie fasi dell’ispezione nei minimi dettagli.

 


Ispezione sul lavoro: eventuali sanzioni

 

ispezioni-sul-lavoro-cosa-sono

 

Nel caso in cui l’ispettore riscontrerà irregolarità o mancanze da parte dell’azienda, il processo di controllo si chiuderà senza problemi. Nel caso in cui verranno riscontrate irregolarità o mancanze l’ispettore potrà procedere nei seguenti modi:

Diffida: pagamento di eventuali mancanze dal punto di vista contributivo o previdenziale secondo tempistiche stabilite.

Disposizione e prescrizione: adozione di disposizioni per rafforzare la sicurezza dei lavoratori o per indicare l’avvenuta prescrizione di una violazione.

Confisca: in caso di presenza di gravi o gravissime violazioni, in particolare nell’ambito della sicurezza, l’ispettore può addirittura prevedere il sequestro di un bene o di un luogo.

Sospensione dell’attività: quando un ispettore verifica la presenza di un numero maggiore al 10% di lavoratori in nero, oppure si presentano gravi violazioni in ambito di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, si può procedere alla sospensione dell’attività produttiva.

L’imprenditore e un’azienda possono incorrere in caso di ispezione sul lavoro negativa a sanzioni di tipo penale, civile o amministrative.

 

 

Consulente del lavoro a Napoli: una sicurezza in più.

Chi segue i miei profili social e il mio blog da un po’ di mesi, sa bene che quando si parla di normative che regolano il mondo del lavoro è impossibile procedere a caso. Il ruolo di un consulente del lavoro è proprio quello di una bussola che permette a imprenditori e lavoratori di orientarsi tra normative spesso complicate e, in particolare, di aiutare imprenditori e datori di lavoro a svolgere la propria attività regolarmente evitando pericolose sanzioni e problematiche, instaurando un rapporto di fiducia e di rispetto con i propri dipendenti.

 

consulente-del-lavoro-a-napoli

 

 

Ora che sai in maniera più approfondita cos’è un’ispezione sul lavoro e le modalità in cui può avvenire, non correre più rischi. Se stai cercando un consulente del lavoro a Napoli e Milano con esperienza pluriennale e un’adeguata preparazione, contattami per una consulenza.